Bicocca

Una comunità educativa residenziale con ritmi e modi di un nucleo familiare

La comunità Bicocca accoglie minori allontanati dalla famiglia d'origine e propone un intervento che si basa sulla "significazione" della vita quotidiana. Al minore viene offerta l'opportunità di vivere in un ambiente che lo tutela, garantisce il soddisfacimento dei suoi bisogni primari e gli consente di stabilire delle relazioni significative con gli adulti e i pari presenti, attraverso la valorizzazione dei gesti e dei tempi della vita quotidiana.

La giornata in comunità per questo è scandita secondo ritmi simili a quelli consueti a tutti i ragazzi in famiglia: la frequenza a scuola, i pasti insieme, il gioco, la frequentazione di compagni e amici, le attività sportive, lo studio, la cura di sé, le piccole collaborazioni alle attività domestiche, la possibilità di essere oggetto di cura, attenzione ed affetto rispettoso da parte degli adulti nella massima chiarezza dei rapporti. Si vive come in famiglia, senza dimenticare però quella d'origine.

La relazione con gli educatori non sostituisce la relazione con la famiglia originaria, che viene mantenuta e valorizzata, tenendo conto di quanto disposto dall'ente affidatario e dall'autorità giudiziaria. Il presupposto, a questo riguardo, è che ogni minore non possa prescindere dalle proprie radici familiari e dai legami di appartenenza.

Inoltre il servizio lavora per potenziare le competenze educative e genitoriali della famiglia d'origine affinché sia possibile un ritorno a casa del minore.

Obiettivi

  • Offrire un contesto di vita accogliente dove ogni ragazzo si possa sentire a casa, curato, benvoluto e 'pensato';
  • attuare azioni di cura utili, in co-progettazione coi servizi, il ragazzo stesso e la famiglia di origine;
  • sostenere il minore nella costruzione dell'identità personale e sociale nella ridefinizione del rapporto con l'ambiente familiare d'origine attraverso percorsi progettuali il più possibile condivisi;
  • costruire appartenenza e coesione sociale;
  • dedicare specifica attenzione allo sviluppo delle risorse personali e familiari dei cittadini stranieri;
  • realizzare azioni di prevenzione e promozione dell'agio per bambini, adolescenti e giovani.
  • favorire integrazione, coesione e benessere sociale;
  • perseguire un'esperienza di lavoro cooperativo efficace (anche sul piano economico), corretto, partecipato, sostenibile, professionalmente e umanamente significativo;
  • "fare cultura" attraverso i nostri interventi non si vuole solo accogliere il minore che ci è stato affidato o prendere in carico situazioni di particolare disagio, ma compiere un'azione territoriale efficace. Questo impegno si concretizza attraverso la presenza culturale, la riflessione costante sulle problematiche relative al disagio minorile, la produzione di un sapere che contribuisca alla definizione di politiche sociali coerenti e adeguate.

A chi ci rivolgiamo

I destinatari del servizio sono minori di età compresa tra i 5 e i 17 anni allontanati dalla famiglia d'origine.

Il nostro staff

L'organizzazione delle comunità prevede la presenza di:

  • un Coordinatore esterno alla comunità;
  • un'equipe composta da 4 educatori (2 maschi e 2 femmine);
  • alcuni soci della cooperativa, in possesso di esperienza e\o professionalità specifiche, con funzioni di monitoraggio dell'andamento globale della comunità, di socializzazione nei confronti dei ragazzi e ragazze ospiti, di supporto in momenti particolari della vita della comunità (gite, vacanze, ricoveri ospedalieri ed altri eventi particolari);
  • volontari con funzioni di supporto domestico o animativo (gioco, aiuto nello studio, presenza a cena, partecipazione a gite o vacanze) esclusivamente in affiancamento agli educatori;
  • tirocinanti educatori provenienti dal corso di laurea in Scienze dell'Educazione;
  • uno psicologo supervisore (consulente esterno alla Cooperativa).

Numero utenti servizio

La comunità accoglie 8 minori.

Da quando è attiva la comunità

La comunità è attiva dal 1975.


La struttura

La casa ha una superficie abitabile complessiva di circa 200 mq e si articola in un ampio soggiorno/sala da pranzo con cucina a vista, l'ufficio/ stanza degli educatori, una dispensa, quattro camere doppie per i minori ospiti. Tre bagni e un ampio balcone.

Tags: Unità Territoriale Milano