Fuoriclasse

Una scuola dove l'eccellenza è l'inclusione sociale.

FUORICLASSE non è il fenomeno al di sopra di ogni classifica ma il modo in cui COMIN pensa la scuola. La nostra proposta nasce dall'esperienza di educatori professionali e counsellor impegnati in prima linea nella promozione di progetti educativi e contesti inclusivi.
FUORICLASSE dà valore alla didattica che promuove una pedagogia dell'inclusione. Perché è compito della scuola incrementare il benessere di chi la abita, facilitare una maggiore comunicazione tra scuola, territorio e famiglia, riflettere sulle "differenze" (di genere, età, cultura, provenienza, abilità...). La scuola è "luogo di tutti e per tutti".

Il problema

La scuola è tra i luoghi che, più immediatamente, permettono di misurare i cambiamenti sociali che viviamo: opportunità da un lato, fenomeni di disagio e tensioni dall'altro. Gli episodi alla ribalta della cronaca raccontano di devianza, marginalità, insuccesso scolastico e bullismo a testimonianza di una crisi sia delle giovani generazioni, sia della famiglia. In classe, si catalizzano problemi che hanno origine altrove. Gli alunni entrano in classe con la propria storia personale e il loro mondo, il loro contesto, la loro individualità, le loro zone d'ombra. Insegnanti e genitori sono sempre più spesso testimoni di demotivazione, agitazione, noia, passività, irrequietezza tra i propri alunni/figli. Questi stati d'animo talvolta si allargano al gruppo classe e diventano difficili da gestire.

La scuola secondo noi

Come educatori crediamo che la strada per apprendere ad apprendere è da ricercare in tutt'altra direzione e che l'acquisizione delle competenze passa attraverso l'incoraggiamento di bambini e ragazzi a essere protagonisti della propria biografia.
Per noi l'alunno e l'insegnante sono soggetti attivi, li consideriamo nella loro pluralità, ricchezza e diversità delle manifestazioni culturali e sociali.

Il metodo

FUORICLASSE, come tutti i progetti realizzati da COMIN, riconosce quali valori metodologici imprescindibili:

  • "fare con": troviamo la soluzione con chi vive il problema. Mettiamo al centro la persona, promuoviamo percorsi di riconoscimento e valorizzazione delle risorse esistenti;
  • équipe integrata: definiamo, con gli insegnanti, i problemi e individuiamo obiettivi e strategie utili al loro raggiungimento;
  • benessere e inclusione: sosteniamo la scuola nella sua funzione di agenzia educativa per tutti e come parte della più ampia comunità educante;
  • raccordo con famiglia e territorio: favoriamo la compartecipazione al progetto di tutti i soggetti coinvolti e la connessione con altre risorse presenti;
  • co-progettazione con la scuola: realizziamo azioni mirate a partire dalla valutazione dei bisogni emergenti, attuiamo interventi in sintonia con l'orientamento educativo e formativo;
  • sostegno alla professionalità degli operatori: assicuriamo ai nostri educatori momenti di formazione, supervisione e momenti di raccordo in équipe.

Una pluralità di proposte singolari

I nostri interventi nascono per rispondere a necessità specifiche di alunni e insegnanti.
Li proponiamo alle scuole a costi contenuti o in totale gratuità se in presenza di convenzioni:

  • VOCI DI CORRIDOIO: laboratori per studenti e operatore finalizzati alla creazione di un contesto di agio in cui ragazzi e adulti possano vivere un'esperienza significativa e stimolante;
  • QUELLO CHE NON SO: gruppi informativi rivolti ai genitori degli alunni che vivono l'esperienza della migrazione, raccontano il sistema scolastico italiano, le sue regole implicite ed esplicite;
  • SPRINT FINALE: spazio-studio dedicato agli alunni che, più di altri, necessitano un sostegno per la preparazione dell'esame finale;
  • SPORTELLO D'ASCOLTO: servizio di counselling destinato agli alunni, alle loro famiglie e agli insegnanti. Offre una relazione d'aiuto finalizzata al confronto su aspetti critici legati alla crescita, alla gestione del percorso scolastico, all'elaborazione di possibili strategie di superamento delle difficoltà emerse;
  • DIMENSIONE INCLUSIVA: servizio per alunni con certificazione di disabilità, contribuisce a favorire lo sviluppo della persona nel contesto scolastico con eventuali servizi terapeutici;
  • SPAZI ESPRESSIVI: percorsi per il gruppo classe o alunni con specifici bisogni volti a favorire un'osservazione a più livelli delle dinamiche di gruppo.