Dal CUT di Milano

La Madia è il nostro laboratorio di comunità

Forse non tutti sanno che il sabato la Madia è diventata un crocevia di attività e persone: da una parte i volontari della Banca del Tempo (BdT), dall'altra gli operatori dell'ADH che propongono attività legate al tema della disabilità. Niente accade per caso…

Da tempo, la “nostra banca”, oltre ad attivare scambi di tempo e risorse tra i cittadini del quartiere (venti persone in totale!) e qualche socio, favorisce occasioni di animazione, ne citiamo alcune: il baratto degli oggetti più disparati, i corsi di zumba e quelli di spagnolo.

La Madia somiglia sempre più a un luogo virtuoso che stimola la partecipazione attiva incoraggiando occasioni in grado di generare benefici per il quartiere: contesti di promozione del volontariato e di partecipazione che si ricollegano alla nostra attività professionale.

E qui veniamo all’altro punto, il gruppo di ragazzi disabili che, con la conduzione di Matteo e Aldo, garantisce una giornata di “sollievo” alle famiglie e occasioni aggregative per i ragazzi stessi.

Ebbene, questo appuntamento vede ormai da qualche mese la presenza stabile (ogni sabato) di 2 volontari della Banca del Tempo che a rotazione s’alternano. Una piccola ma significativa iniezione di fiducia rispetto all'investimento nel lavoro di comunità e alla possibilità di promuovere partecipazione e cittadinanza attiva.

Gli ingredienti? Uno spazio pubblico - o comunitario che dir si voglia - degli oggetti di lavoro leggeri e poco impegnativi intorno ai quali ritrovarsi, l'esibizione delle fragilità che richiamano la solidarietà, un pensiero professionale e molta flessibilità lavorativa.