Educare e animare, tra prevenzione e benessere

EdS in zona 9, ovvero i tanti "mondi" degli educatori 

A Milano, in zona 9, il progetto di Educativa di Strada “Adolescenti sicuri#cittadini attivi”  è realizzato da Diapason, Comin e Farsi Prossimo, in collaborazione con il Comune di Milano.

E’ un progetto sociale complesso e lungimirante che punta a fare prevenzione e a promuovere benessere. Gli educatori del progetto – oltre a rispondere ai bisogni specifici del singolo – sono chiamati a offrire alle compagnie dei ragazzi e, più in generale al quartiere, (la “Bovisa” nel caso specifico), concrete possibilità di relazione e dialogo. 

Si lavora per potenziare le risorse dei ragazzi e mettere in relazione le realtà già presenti nel territorio, al fine di costruire una rete sociale duratura, che possa essere davvero un contenitore adatto alle esigenze dei ragazzi. E' un lavoro sul lungo periodo, che "in primis" mette in discussione il modo di essere educatori, aprendo alla possibilità di “educare” anche nei momenti in cui “si anima” il quartiere, con eventi solo apparentemente non legati al mondo educativo.

Il lavoro educativo, soprattutto in questo caso specifico, è un lavoro che chiede di re-inventarsi continuamente. E quello dell'EdS è un lavoro che non prevede una sede fissa, perciò ri-chiede all'educatore di camminare e pensare molto; alle volte ci si deve inventare, nel senso più profondo di creare.
«Per me questo progetto ha significato molto, mi ha realmente aperto alla possibilità di concepirmi come educatrice in modo nuovo, più creativo e “animativo”. E' stato un percorso difficile, come ogni cambiamento; ha preteso le sue parti di resistenza. Sento, però, di essere stata arricchita dall’esperienza e di voler continuare a esplorare e imparare i mondi degli educatori.»  Elisa Monguzzi