Morgan Stanley da 4 anni al fianco di COMIN

27 dipendenti volontari per un giorno e un importante impegno per il prossimo biennio

Per il quarto anno consecutivo i volontari della Morgan Stanley Italia hanno scelto di sostenere COMIN nell'ambito del programma filantropico "Giving Back", l'iniziativa della Morgan Stanley International Foundation che tramite grant e volontariato investe nel futuro delle comunità in cui vive e opera.
Il 22 e il 23 giugno, 27 volontari hanno dedicato a COMIN la loro giornata di lavoro, realizzando due diversi interventi.

Comin ringrazia Laura, Andrea D., Marcelo, Edoardo, Raffaella, Luca R., Massimiliano, Nicola, Francesca, Tatiana, Guglielmo, Riccardo, Valentina, Claudio, Roberta, Benedetta, Daniel e Matteo che hanno ritinteggiato le camere dei minori ospiti della comunità residenziale di Milano Bicocca e fatto le pulizie straordinarie. Mario, Valentina, Andrea B., Giovanna, Guido, Luca, Anna Maria, Domenico e Barbara per aver fatto la spesa e preparato il pranzo e la cena per i 9 minori e 4 educatori della stessa comunità.

COMIN è la Onlus italiana che Morgan Stanley International Foundation ha  sostenuto in Italia nel biennio 2013-2015 attraverso un finanziamento destinato agli interventi sanitari (psicoterapie, cure ortodontiche, visite oculistiche, ticket medici per over 14) dei minori accolti in comunità e o in affido.

Lo scorso dicembre, Morgan Stanley ha deciso di sostenere 'Fuoriclasse' un altro progetto biennale (2016-2017) di COMIN.

Beneficiari saranno 950 studenti e 200 adulti tra insegnanti e genitori. In particolare, 63 minori disabili prenderanno parte a laboratori musicali e a percorsi di educazione alla sessualità; 775 studenti stranieri neo-ricongiunti beneficeranno di interventi quali counselling, training, orientamento professionale, 113 teenagers a rischio di esclusione e abbondono scolastico saranno protagonisti di percorsi di ri-orientamento alla scuola e al lavoro. 31 insegnanti e 176 famiglie avranno accesso rispettivamente a seminari e a gruppi informativi sul sistema scolastico italiano/spazi d’ascolto.

In concreto, ‘Fuoriclasse’, ridurrà il rischio d’insuccesso scolastico dei soggetti più fragili e indirettamente educherà gli adulti di domani a costruire una società più accogliente, portando quei valori fuori dalla scuola, lavorando per favorire l’inclusione e valorizzando la diversità come patrimonio di tutti. Inoltre renderà insegnanti e famiglie più consapevoli e informati all’interno di un sistema di rete col territorio che si tradurrà nel caso degli insegnanti in un maggiore agio e una maggiore capacità di operare e incidere in un contesto scolastico complesso, nel caso delle famiglie in una complessiva crescita di benessere e di accesso a risorse e supporto.

Si tratta di una risposta importante a un bisogno che in Italia rappresenta sempre più un’emergenza. Nel nostro Paese, i giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano, non lavorano e non si formano (NEET: “Not in Education, Employment or Training”) sono oltre 2,2 milioni, circa un quarto della popolazione in quella fascia d’età. Il grave fenomeno della dispersione scolastica è molto alto: il tasso di abbandono prima del diploma interessa 600.000 studenti, il 5% in più della media europea (Fonte ISTAT 2015).

Domenico Siniscalco, Country Head per l'Italia di Morgan Stanley,ha commentato: "Morgan Stanley e i suoi dipendenti sono impegnati a sostenenere iniziative che abbiano un impatto sociale positivo nelle comunità in cui vivono e lavorano. Siamo orgogliosi dei risultati che in Italia abbiamo conseguito in partnership con COMIN e confidiamo di dare seguito a questo impegno contribuendo al benessere psicofisico e al percorso scolastico dei minori  più bisognosi".

 

rsz 13501628 1623537607963989 4525237941782056225 n

rsz 2016 06 23 170837

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva