Terreferme: percorsi di affido familiare per minori migranti soli

Dal 6 ottobre al 1° dicembre: 5 incontri per famiglie, single e operatori sociali

cc0ea0e199fe4afdaf6e0cff022cbc02 0
 
Calendario degli incontri
  • 6 ottobre Le migrazioni internazionali: partono gli adulti, viaggiano anche i ragazzi
  • 20 ottobre Parole e gestualità che cambiano: elementi di comunicazione interculturale
  • 10 novembre Il vissuto che non si vede: accogliere storie, affrontare il cambiamento
  • 24 novembre Aprire la propria casa, entrare nel welfare locale
  •    1 dicembre Affido familiare, minori quasi adulti e strumenti di inclusione sociale interculturale     
Tutti gli incontri si terranno dalle 10 alle 13 in via Petrarca 146 c/o Cascina Baraggia

Un percorso in 5 tappe rivolto a chi vuole approfondire la tematica, alle famiglie e ai single che vogliono sperimentarsi nel sostegno e nell'accoglienza di minorenni migranti soli. Le giornate informative permetteranno di comprendere meglio il fenomeno e le caratteristiche specifiche di queste storie di viaggio.

I primi tre incontri affrontano aspetti culturali e offrono gli strumenti per sperimentare la relazione con i ragazzi migranti. Gli ultimi due approfondiscono lo strumento dell'affido familiare offrendo una 'cassetta degli attrezzi' per chi desidera sperimentarsi nell'accoglienza, nelle varie forme di sostegno o per chi vive l'affido nel sistema dei servizi di supporto.    

Stefano Salteri e Giovanna Barilli sono la prima famiglia affidataria del progetto Terreferme. Mohammed è il primo minorenne migrante solo, di origine egiziana, arrivato da pochi giorni a Vittuone (MI). Qui inizierà una nuova vita. 

.be" class="wf_file" title="Guarda il video">Guarda il video

Terreferme è un progetto nato da un'intesa tra CNCA e Unicef in collaborazione con il Grande dei diritti dei minori del Comune di Palermo per creare le condizioni per favorire l'avvio di percorsi di accoglienza in affidamento familiare di 50 minorenni migranti soli, presenti nelle strutture di prima e seconda accoglienza del territorio palermitano con la risorsa "famiglia affidataria" presente nelle reti di famiglie accoglienti del CNCA.  

COMIN, parte del CNCA Lombardia, partecipa al progetto con la presenza di due operatrici in Lombardia.

 

Scarica qui i materiali informativi sul progetto   

Per iscriverti al corso clicca qui e compila in form on-line